Create your profile and meet other EUMANS, take part in conversations, preparation of initiatives, and coordination of new actions. You can also discuss EUMANS Statute and have your say in the creation of the paneuropean Movement of popular initiative. If you register on EUMANS Agorà you can also receive all the updates about upcoming meetings, the calendar of initiatives, and other updates on our actions.

Che non sia solo una stagione - Riunione EUMANS Dibattito generale 14 settembre ore 18.30

Launch new ideas, new topics for conversation, interesting news, and connect with other activists.
User avatar
VirginiaFiume
Posts: 95
Joined: 04 Dec 2020 21:20
Country: BELGIUM
City: Bruxelles
Organizations: EUMANS, Science for Democracy, Citizens Take Over Europe, ECI Campaign, Lesbiche Bologna

Che non sia solo una stagione - Riunione EUMANS Dibattito generale 14 settembre ore 18.30

Post by VirginiaFiume »

Ti diamo appuntamento martedì 14 settembre dalle 18.30 alle 20.00 su Zoom (a questo link https://zoom.us/s/97771031515

) insieme a Marco Cappato per una riunione aperta di EUMANS, in preparazione dell’Assemblea degli Iscritti e delle Iscritte che si svolgerá la settimana successiva (stiamo aspettando la conferma delle interpreti per una data tra il 21 e il 22 settembre).

Mentre le cronache politiche si scaldano ormai da settimane nel dibattito sul Green Pass e i tuoi social network probabilmente cominciano a popolarsi di santini elettorali per la tornata di elezioni amministrative e devi scegliere a chi fare fiducia, ci vogliamo fermare con te su un hashtag che da sabato 11 settembre vedrai girare: #referendumcannabis che ci offre tanti spunti di riflessione e di azione.

Ebbene si, in queste ore mentre il Referendum Eutanasia Legale ha superato le 850.000 firme raccolte in un’estate straordinaria in cui i corpi e le azioni di migliaia di attivisti e attiviste hanno rotto il muro dell’informazione sulla democrazia partecipativa, è stato depositato un quesito sulla legalizzazione della Cannabis che dall'11 settembre avrá bisogno di 500.000 firme entro il 30 settembre per essere presentato.

La domanda da farci è come tenere alta l’onda di una voglia di diritti civili che si innesta profondamente nell’uso degli strumenti della democrazia partecipativa previsti dalla Costituzione e quindi un rafforzamento della fiducia di noi cittadini e cittadine nello stato di diritto.


Ti aspettiamo su Zoom!

Ma intanto ti invitiamo a unirti a noi martedì 14 settembre alle ore 18.30 per una serata di confronto aperto sull’analisi degli scenari italiani, europei e globali e sul ruolo che ognuno di noi può giocare in questi spazi politici e nella costruzione del nostro movimento.

Lunedì oltre alla conferma della data dell’Assemblea pubblicheremo su EUMANS Agorá un documento strategico che racconta cosa abbiamo costruito fino adesso con EUMANS e quello che sia in Italia che in Europa è terreno per la nostra e soprattutto la TUA attivazione e mobilitazione per contribuire a essere cambiamento.

La riunione di martedì 14 settembre non sará una riunione in cui faremo “rapporto” su queste iniziative e momenti politici, ma vuole essere un’occasione per confrontarci anche con te su cosa significa da adesso in poi continuare a costruire anche dall'Italia o come italiani e italiane nell’Unione Europea EUMANS come movimento paneuropeo di iniziativa popolare per la democrazia e la sostenibilitá, anche alla luce di questo fervore politico che noi stessi abbiamo contribuito a innescare, se non innescato in prima persona.

Nella stessa settimana il 15 settembre, Giornata Mondiale della Democrazia, 10 città Italiane sono pronte a partire con la raccolta firme Politici Per Caso per le Assemblee dei Cittadini Estratti a Sorte a partire dall’emergenza climatica, presto sottoscrivibile anch’essa digitalmente. E aiuteremo i promotori dell’Iniziativa dei Cittadini Europei Voters Without Borders a raggiungere più Italiani possibile. E negli stessi giorni iniziano finalmente i Citizens’ Panel della Conferenza Sul Futuro dell”Europa di cui tanto abbiamo parlato.

Del resto, questa nuova ondata di referendum e partecipazione civica è possibile solo grazie alla conquista della firma digitale a cui abbiamo contribuito anche insieme a te, quest’estate dando corpo anche con un’iniziativa nonviolenta a quanto portato avanti da Mario Staderini con le iniziative giuridiche alle Nazioni Unite e dal Presidente dell’Associazione Luca Coscioni Marco Gentili.

Da adesso le iniziative a livello europeo, nazionale e locale che potremo rilanciare grazie al digitale si moltiplicano, e vogliamo discuterle e deciderle insieme, preparando la via verso il Congresso di EUMANS a Varsavia nel 2022.

Ci vediamo martedi!

Virginia Fiume - Coordinatrice EUMANS
Lorenzo Mineo - Coordinatore delle Iniziative Italiane di EUMANS
Coordinator of EUMANS
User avatar
Roberto Mancuso
Posts: 45
Joined: 02 Dec 2020 21:21
Country: ITALY
City: Cavallino (LE)
Organizations: EUMANS

Re: Che non sia solo una stagione - Riunione EUMANS Dibattito generale 14 settembre ore 18.30

Post by Roberto Mancuso »

Credo che la riunione di domani martedì 14 settembre, sia per molti versi davvero importante, sia perché prodromica all'Assemblea di fine settembre, ma anche e soprattutto perché è calendarizzata dopo un'intenso periodo di mobilitazione anche di EUMANS per il referendum sull'eutanasia legale.

Per questa ragione, ma non solo, ho diversi auspici:
  • Spero che la riunione si apra SOLO con un intervento introduttivo di @Marco Cappato
  • Spero che non vengano fatti recap di nessun tipo perché è arrivato il momento per chi si avvicina a EUMANS di utilizzare gli strumenti digitali che abbiamo (il sito, Agorà e Slack), per farsi il suo personale recap
  • Spero, al contrario, che al posto dei recap si sviluppino riflessioni sul da farsi
  • Spero che sia dato il massimo spazio possibile a chi partecipa alla riunione in modo che dalla riunione stessa possano nascere spunti e riflessioni da mettere all' ODG della prossima Assemblea
  • Spero, infine, che al centro del dibattito sia posta anche la questione del "doppio binario" di EUMANS e cioè le riunioni in italiano e le riunioni in inglese che ora trattano temi spesso differenti sia nell'approccio che nel merito
  • Da ultimissimo: a mio avviso una possibile strada per far sì che i due binari abbiano qualche scambio utile e produttivo, un'idea potrebbe essere quella di prevedere ALMENO alcuni punti in comune negli ODG delle rispettive riunioni, in modo da coordinare nella stessa direzione i dibattiti stessi.
Con questi punti di speranza, spero io stesso di essere speranza, per usare un'espressione cara a Marco Pannella e non semplicemente il Savonarola della situazione: con me spero che così si sentano più coinvolti coloro che si dovessero avvicinare a EUMANS senza fare solo fugaci apparizioni per poi scomparire nell'oblio.
Sempre andare contro vento, solo così è davvero possibile alzarsi in volo. (Jim Morrison) 8-)
User avatar
VirginiaFiume
Posts: 95
Joined: 04 Dec 2020 21:20
Country: BELGIUM
City: Bruxelles
Organizations: EUMANS, Science for Democracy, Citizens Take Over Europe, ECI Campaign, Lesbiche Bologna

Documento Strategico - Che non sia solo una stagione - Riunione EUMANS Dibattito generale 14 settembre ore 18.30

Post by VirginiaFiume »

@Roberto Mancuso grazie per avere condiviso le tue speranze per la riunione. Un minimo di relazioni introduttive sono necessarie, ma cercheremo di contenerle nei primi 20 minuti per creare le condizioni di un dibattito generale che sia abbastanza "aperto" ma comunque funzionale a quanto ci viene richiesto dall'Assemblea del 22 Settembre alle ore 17.30 (Assemblea a cui ci si può giá registrare qui).

Proprio per evitare un eccesso di recap e facilitare la riunione condivido qui il documento preparatorio alla nostra riunione che penso possa essere utile a inquadrare il "dove siamo" e il "dove andiamo" sia di questa riunione che della nostra Assemblea. Lo stesso documento verrá tradotto in inglese e condiviso anche con l'indirizzario non italofono per fare una simile riunione giovedi 16 settembre alle ore 18.00.


DOCUMENTO "EUMANS … VERSO VARSAVIA
Dove siamo, dove andiamo, come ci andiamo e con chi"
Coordinator of EUMANS
User avatar
VirginiaFiume
Posts: 95
Joined: 04 Dec 2020 21:20
Country: BELGIUM
City: Bruxelles
Organizations: EUMANS, Science for Democracy, Citizens Take Over Europe, ECI Campaign, Lesbiche Bologna

Re: Che non sia solo una stagione - Riunione EUMANS Dibattito generale 14 settembre ore 18.30

Post by VirginiaFiume »

Flavia Pansieri: partecipando ai banchetti Eutanasia Legale ha visto il bisogno forte di partecipare alla politica senza i partiti. Generale mancanza di fiducia nelle strutture "Cosidette" democratiche. E vedendo i risulati sia per la cannabis che per l'eutanasia, il modo per EUMANS per continuare è di porsi come momento di aggregazione di coloro che non si vedono più rappresentati dalle strutture partitiche e dai meccanismi che abbiamo adesso. Sono tutti strumenti e espressioni di questo bisogno di continuare a essere impegnati, ma esserlo in maniera più diretta e con più impatto. Momento di aggregazione per un discorso che sia basato sull'impegno individuale che poi messo insieme diventa una potenza.

Marco Toma: : Afghanistan significa il fallimento della politica autoritaria. Eumans si deve porre come un "interculturalitá" tra diverse componenti di una vera democrazia. I Partiti sono diventati una casta a parte - Esportare democrazia signiifica potersi attivare. Stati Uniti del Mondo dopo quelli di Europa. Una democrazia del basso che non si risolva nei totalitarismi, che deve essere efficace. La raccolta firme può essere un indicativo: più movimento, più gente, più espressione individuale e non strutturale. Europa come banco di prova e l'esportazione della democrazia con le idee.

Avy Candeli : riflessione di amici che hanno seguito EUMANS e che si chiedevano come stava. Concepito come EUMANS come movimento di cittadini europei che voleva proporsi di governare le crisi del nostro tempo sfruttando gli strumenti della democrazia partecipativa. Impressione che gli elementi di successo di EUMANS siano riconducibili a esponenti politici (Sindaci), eletti (tesoro di relazioni umane). Una cosa di attivisti e di cittadini è difficile che venga incarnato da una comunicazione che valorizza molto l'impegno umano di persone che fanno "politica" nel senso più percepito del termine. Nel momento in cui parliamo di movimento di cittadini europei o se invece non abbiamo preso una forma diversa, un po' alternativa.

Roberto Mancuso: Il Referendum abrogativo non è strumento di democrazia partecipativa, ma strumento di democrazia deliberativa.

Marco Cappato: due fasi: "partecipativa: sottoscrizione delle proposte e poi "momento deliberativo" che è il momento del voto.

Integrazione e risposta ad Avy: misura delle cose. Nel momento in cui ci sono migliaia di firmatari e ci sono alcuni parlamentari, se ci sono 60.000 cittadini da tutta Europa e 100 Sindaci (e il sindaco rappresenta tutta la comunitá), questione di proporzioni. Che ci siano ANCHE Degli espondenti istituzionali è fondamentale per non cadere né nell'extraparlamentarismo e nell'antipolitica. Riflessioni sulla direzione in cui andare.
Se EUMANS diventasse solo questo, ma se EUMANS si trasforma nella partecipazione dei cittadini che si agganciano con sindaci e esponenti politici, diventa un atto di amore per le istituzioni, esattamente come il referendum non è un atto antiparlamentare ma è un atto in cui sono bvenuti partiti e parlamentari.

Sui cambiamenti climatici: grossa occasione della legge di iniziativa popolare su Politici Per Caso per le assemblee dei cittadini estratti a sorte per i cambiamenti climatici. Ma i tempi sono maturi per preparare con un mese di anticipo, metá ottobre, rilancio anche italiano della campagna sui cambiamenti climatici, basandosi sul fatto che su quel tema la politica dei partiti è impotente. Servono i cittadini. Ricordiamoci che la nostra forza è diversa da quella di cinque mesi fa.

Carlo Del Nero: i referendum che hanno "fatto storia", divorzio, aborto... ed ora eutanasia e cannabis, sono tutti referendum che toccano l'individuo. Quando la proposta, pur certamente toccando l'individuo, è percepita come diretta alla collettività, è più difficile trovare gli stessi numeri.
Non so se mi sono spiegato, ma vabbè, ci ho provato!
Come si può cambiare questo?

Bruno Fabretto: mi sembra che ci sia un'ansia da prestazione. Non vedo il tempo passato come una perdita di tempo. Ci vuole tempo per costruire le cose e bisogna imboccare la strada giusta. Ricordo perfettamente la dinamica delle Asssemblee Studentesche, c'era chi sapeva condurle. Mi sorprende il fatto che non siamo attenti a quello che bisogna vedere per il Futuro dell'Europa e del nostro paese. Bisogna puntare non per Politici Per Caso ma su Politici più giovani. Esempio: azione di Greta Thunberg, innesto di una problematica importantissima giá evidente in un contesto giovanli. La forza dei giovani è una cosa straordinaria. mi viene in mente il '68, una rivoluzione culturale. Questa ricerca di Assemblee Civiche per caso ....io ne ho viste tante di queste cose. E poi cadono. Andiamo a organizzare iniziative SUI giovani, esempio diritto allo studio.

Lorenzo Mineo: filo sulle iniziative ambientalista. Politici Per Caso si presta bene per rispondere alla difficoltá che diceva Carlo Del Nero, su un tema che difficilmente scalda i cittadini. Politici Per Caso - Cittadini Informati per Decidere: affrontare un dibattito per elaborare una serie di proposte. Rendere un tema comprensibile e declinarlo sui cambiamenti climatici.
Piano organizzativo: domani giornata mondiale della democrazia, si faranno i primi tavoli a Roma, Milano e Napoli. Importante che facciamo anche noi del Passaparola. Non si può fare solo la corsa al click per le firme, ma raccontare un metodo ma costruire anche una narrativa e metterla in connessione con il team dei cambaimenti climatici. https://www.politicipercaso.it/attivati ... -di-legge/

Arber Dajci: perchè i referendum cannabis e eutanasia hanno avuto cosi tanto successo, non perchè riguarda l'individuo ma perchè sono tematiche in stallo da tanto tempo. Tematiche che trovano una azione delle persone che si rendono conto che ci sono in ballo strumenti seri per sbloccare situazioni. Il fatto che si capisca che non è la classica petizione o che vuole fare pressione sulla morale della politica, ma è qualcosa che ha un percorso legittimato a livello democratico e costituzionale e che ha un impatto reale sulla nostra societá. Adesso col fatto che con un click puoi portare avanti qualcosa che può avere un impatto, è qualcosa di grosso e che può permettere di esprimersi sui vari temi. "se cade il taboo dell'eutanasia nello stato del vaticano, allora si può fare qualcosa"

Stefano Manco: nei referendum ci sono organizzatori diversi. Ma il sistema di voto per il referendum sulla caccia che c'è un costo. Questo mi crea confusione.

Alessandro Fiorito: riflessione sul sentore che il limite di firme resti 500.000 - non che la firma digitale diventi la scusa per renderlo di nuovo poí difficile.

Andrea Salimbeni proposta per presentare posizione StopGlobalWarming.eu in Assemblea
Coordinator of EUMANS
sibilla barbieri
Posts: 14
Joined: 14 Dec 2020 19:07
Country: ITALY
City: roma

Re: Che non sia solo una stagione - Riunione EUMANS Dibattito generale 14 settembre ore 18.30

Post by sibilla barbieri »

Cari ho visto la registrazione della riunione del 14 e ho letto tutta la relazione per il 22, sono tutte cose fantastiche, è grande la strada fatta e come direbbe un saggio cinese, molto ci fa onore.

ma pensando a un quadro d’insieme e al delicato momento attuale in cui Eumans può e deve differenziarsi dalle bolle di partecipazione che sono state i precedenti tentativi come i 5 stelle e, in parte, anche le sardine riporto qui degli spunti da proporvi, di cui ho già discusso brevemente con Virginia:

Come distinguerci e solidificare il nostro apporto alla democrazia partecipativa?
Con contenuti, azione e risultati democratici

Questo è il momento di puntare a fornire ai cittadini degli strumenti per imparare a parlare, per articolare un discorso democratico ben oltre la già fantastica possibilità di esprimere un consenso con il si e un no su un quesito referendario.

In particolare guardiamo due scenari: in Italia sarebbe importante passare dalle leggi abrogative, come i referendum, a leggi propositive come le leggi di iniziative popolare oltre alla costituzione e all’esercizio delle assemblee dei cittadini estratti a sorte strumento , a mio parere, propedeutico alla costituzione di una “Camera dei Cittadini” un nuovo organo forse al momento visionario (ma mi domando perché non puntare in alto) che sarebbe uno strumento probabilmente molto più utile dell’attuale senato.
Tra l’altro abbiamo visto il voto degli Italiani riguardo alla diminuzione del numero dei parlamentari e immagino quale sarebbe la risposta riguardo alla proposta della costituzione di uno strumento che dia finalmente voce ai cittadini anche lasciando al parlamento sempre l’ultima parola.

Per l’Europa é ottimo l’incremento dell’informazione sulle iniziative di democrazia dal basso e forse questa iniziativa Europea potrebbe trascinare un aumento degli investimenti sull’informazione necessario anche in Italia.
Ma sullo scenario europeo questa opportunità sarebbe utile legarla alla richiesta di revisione dello strumento delle ICE da trasformare in uno strumento vincolante. Non si può chiedere ai cittadini di fare un immenso sforzo di partecipazione per ottenere solo una generica indicazione al parlamento.

Altro tema valido ovunque, per Italia e Europa, è la digitalizzazione della democrazia attraverso anche la creazione e l’uso di una piattaforma di discussione ed elaborazione della democrazia dal basso.

Il legame tra l’Italia e l’Europa?

Al momento dobbiamo ammettere che Eumans strutturalmente è molto fragile ma potremmo fare virtù della nostra debolezza e del territorio che maggiormente possediamo e proporre l’Italia come laboratorio democratico per l’Europa

Comunque Eumans ha bisogno di crescere attrarre e formare dei collaboratori come? Forse attraverso una “scuola di politica pratica” ?
Ad esempio una scuola che si riunisca per una settimana ogni sei mesi dove alcuni cittadini s’incontrano fisicamente, per poi restare in contatto on line, per perseguire un obbiettivo, strutturare una strategia e praticare insieme su un’azione.
(Se il posto fosse anche carnalmente bello, tipo la Sicilia, la cosa non guasterebbe perché un po’ di corpo ci vuole! ) Se non vi piace la parola scuola chiamiamola campus officina palestra…

Credo sarebbe opportuno mettere delle energie nel cercare e formare dei partecipanti
Non possiamo crescere con la struttura esile che abbiamo, a meno che non si voglia avviare un’ampia campagna di iscrizioni e se di successo, con i fondi, pagare anche dei professionisti, cosa che pure in un movimento di partecipazione dei cittadini non è affatto da snobbare, perché i cittadini partecipano in maniera discontinua e questo sarà sempre un problema.

Riguardo alla campagna d’ iscrizioni Eumans dovrebbe rendersi più riconoscibile e legarsi maggiormente, visivamente, all’onda referendaria.

Comunque ero e resto convinta, che bisogna portare Eumans nelle università nostro naturale terreno di crescita.

Vi abbraccio virtualmente

Sibilla

P.s. Sbagliai a dire di no al quesito referendario sulla cannabis?
Al momento l’apertura e il grande successo su un altro fronte oltre a l’Eutanasia ha contribuito a trasformare la campagna referendaria in una “stagione” quindi direi… sì ho sbagliato, forse ci porterà degli attacchi, ma certo varrà la pena.